Già da tempo -oltre cinque anni- gli attivisti che si raccolgono attorno a Mira in Comune erano intervenuti per dare un contributo attivo al Comune e alla comunità nel classificare la pianta in questione come Ludwigia hexapetala, quando ancora la stampa, i media e i tecnici la scambiavano per un’alga.
E avevano denunciato il problema dello squilibrio ambientale nonché della scarsa ed errata manutenzione dei corsi d’acqua, indicando come controllare la specie invasiva in questione e addirittura ipotizzando un suo recupero ed per facilitarne lo smaltimento.
Proposte che sono state completamente ignorate dagli amministratori in carica, i quali non hanno provveduto nè a interventi, nè a un incontro di discussione, nemmeno a ringraziare per aver contribuito a identificare l’agente invasivo, quando tutti continuavano a insistere e a scrivere che si trattava di un’alga.
Pubblichiamo il documento di ricerca riguardo la Ludwigia hexapetala -che vede tra i suoi curatori Giorgio Voltolina, candidato consigliere di Mira in Comune – e lo mettiamo di nuovo a disposizione di chi amministrerà la città, nella speranza e nell’auspicio che sia Mira in Comune.