Il Gazzettino
La cooperativa lascia la gestione del Forte
Domenica 19 Novembre 2017
MIRA
La Cooperativa Primavera, che ha in gestione Forte Poerio, è pronta a restituire la gestione del parco. «Il Comune di Mira affermano i responsabili – è libero di trovare una nuova gestione in grado di valorizzare il parco lasciandolo ad uso pubblico, senza attendere la scadenza del contratto». «Prendo atto dell’atteggiamento della cooperativa replica l’assessore all’Ecologia Maurizio Barberini alla scadenza della convenzione prenderemo le decisioni più opportune».
Le polemiche sullo stato di degrado di Forte Poerio, l’unica area mirese attrezzata a parco, con strutture adatte ad ospitare feste e grigliate all’aperto, continuano. Sabato scorso Lavinia Vivian, capogruppo di Mira in Comune, aveva denunciato lo stato di abbandono del polmone verde tra rifiuti e sterpaglie. Il sindaco Dori e l’assessore Barberini avevano segnalando come la struttura fosse ancora gestita dalla cooperativa, considerata responsabile della situazione. Immediata la replica dell’organismo: «A fronte dell’impossibilità da parte del Comune di provvedere alle opere manutentive di propria competenza, per circa 20mila euro, abbiamo ritenuto opportuno chiudere temporaneamente il sito, per non mettere a repentaglio l’incolumità delle persone. Gestiamo altri parchi in altri Comuni e spiace che, nell’ultimo anno, per mancanza di risorse economiche comunali, non sia stato possibile operare al Poerio. Siamo pronti a restituire l’area precisano dalla cooperativa – ed il Comune è libero di trovare una nuova gestione in grado di rivalorizzare il parco lasciandolo ad uso pubblico come abbiamo fatto noi in questi anni».
«Lo stato di degrado di tutta l’area del Forte è sotto gli occhi di tutti ribatte Barberini segno evidente che l’ente gestore che doveva occuparsene l’ha abbandonato per un contenzioso con la precedente amministrazione. Noi ne prendiamo atto e il 31 dicembre, alla scadenza dell’accordo, prenderemo opportuni provvedimenti. Nel frattempo per non aggravare ulteriormente la situazione ed i costi conseguenti, provvederemo nei prossimi giorni ad un intervento di pulizia».
Luisa Giantin