La Nuova Venezia 18 febbraio 2018
Presidio contro i neofascisti in piazza Nove Martiri
MIRA “Il fascismo non è un’opinione è un reato” e “Mira antifascista”. Questi gli striscioni esposti ieri nel primo pomeriggio davanti al Municipio di Mira in piazza Nove Martiri da una trentina di giovani del centro sociale “Dedalo” e da semplici cittadini che hanno partecipato ad un flash mob di sensibilizzazione in vista della manifestazione neofascista che ci sarà a Venezia oggi e a cui la città risponderà con una contromanifestazione di mobilitazione democratica. Con i giovani c’erano però anche parecchi cittadini di tutte le età e rappresentanti di altre associazioni del territorio. «Si è trattato di un momento di sensibilizzazione», spiega Lavinia Vivian consigliera del gruppo Mira in Comune, «organizzato dai giovani del Dedalo. Proprio il richiamo agli ideali democratici non abbiamo voluto mancare a questo appuntamento».Proprio a Mira nelle scorse settimane era scoppiato il caso della dirigente comunale immortalata in un video mentre partecipava ad una vera e propria festa fascista in provincia di Pordenone. I partecipanti cantavano “Faccetta Nera” e facevano saluti romani. La dirigente si è giustificata spiegando che nel caso della sua presenza si era trattato di una pura casualità. (a. ab.)