Il Gazzettino 17 febbraio 2019
“Caso vigili: Vivian e Marcato insoddisfatte”
MIRA
«Siamo insoddisfatte delle conclusioni: avremmo preferito che venissero prese in considerazione anche le segnalazioni dei cittadini. Le consigliere Lavinia Vivian e Marta Marcato commentano così le conclusioni a cui è giunta la commissione Affari Istituzionali sui presunti abusi da parte di alcuni componenti della Polizia municipale di Mira. «Da parte nostra precisano le due consigliere di minoranza, rappresentanti de Mira in Comune e Mira siamo noi – non c’è mai stata alcuna volontà di accanimento nei confronti del Corpo ma soltanto quella di esercitare il nostro ruolo, attente ai problemi dei cittadini. Avevamo proposto una Commissione d’indagine, proprio come forma di garanzia istituzionale. Ma il consiglio ha deciso di affidare il compito alla Affari Istituzionali, che ha delimitato il campo d’azione agli atti depositati della commissione precedente. Avremmo preferito che venissero valutate anche le segnalazioni della cittadinanza, che invece dai più sono state derubricate come chiacchiericcio».
Il capogruppo della lista in maggioranza Gente di Mira, Alberto Marchetto, ha addirittura abbandonato la Commissione prima delle conclusioni: «Quella che doveva essere una commissione conoscitiva aveva perso la sua funzione spiega Marchetto – grazie a chi, a mezzo stampa e sui social, l’ha trasformata in azione politica tesa a screditare l’immagine dell’Amministrazione cui viene attribuita, ingiustificatamente, la volontà di nascondere la verità. Per questo ho abbandonato i lavori. Comprendiamo la frustrazione degli agenti e a loro e a tutti i dipendenti comunali vanno il nostro ringraziamento e la nostra solidarietà».
L.Gia.