La Nuova Venezia 29 marzo 2019

Distretto sanitario Una commissione vigilerà sui lavori
MIRA. Una commissione interdisciplinare per fare il punto sull’avanzamento dei lavori del distretto sanitario di Mira, che dovrà essere realizzato nell’area dell’ex campo da rugby di Mira Taglio. Oltre a istituire la commissione, il Comune di Mira chiederà un incontro urgente con il nuovo assessore regionale alla Sanità, Manuela Lanzarin, sullo stato dell’iter in Regione. È quanto emerso l’altra sera nella seduta del consiglio comunale di Mira quando grazie a un’interpellanza, poi trasformata in mozione dalle consigliere di opposizione Marta Marcato e Lavinia Vivian, il tema è stato ampiamente discusso. Da parte delle opposizioni tante critiche hanno riguardato l’impasse dei lavori. A Mira si parla di un nuovo distretto – al posto di quello obsoleto che si trova in Villa Lenzi lungo la Brentana – da oltre 15 anni, dal 2003. Ad illustrare la vicenda è stato l’assessore alle Politiche sanitarie, Francesco Sacco: «Il Comune di Mira ha stilato un accordo preliminare per la realizzazione della nuova struttura di sanità decentrata al posto dell’attuale sede di Villa Lenzi a Mira Taglio, da anni ritenuta obsoleta. Sorgerà nell’area dell’ex campo da rugby in via Nazionale». Il nuovo distretto costerà complessivamente 2,3 milioni di euro e sarà ampio 1.300 metri quadrati. Il Comune mette a disposizione il terreno per la realizzazione del distretto nell’ex campo da rugby ed è pronto a cedere la quota di partecipazione dell’immobile di Villa Lenzi all’azienda sanitaria per poter contribuire al finanziamento della nuova costruzione.«L’accordo di intesa preliminare», ha detto l’assessore Sacco , «è stato inviato alla Regione dall’Usl 3. Ora chiederemo nei prossimi giorni un incontro con l’assessore Lanzarin per fare il punto».Nel frattempo il consiglio comunale di Mira ha approvato all’unanimità una mozione, frutto di una convergenza fra opposizioni e maggioranza: sarà istituita una nuova commissione che seguirà i lavori della struttura, attesa dai miresi da oltre 15 anni. –A.Ab.