La Nuova Venezia 12 gennaio 2020

MIRA. Un consiglio comunale straordinario sugli aumenti Cav e sull’arretramento del casello di Villabona. Questa la richiesta di Marta Marcato (Mira siamo noi) e di Lavinia Vivian (Mira in comune) che presenteranno nei prossimi giorni al presidente del consiglio comunale Giorgio Zapparoli e al sindaco di Mira Marco Dori. «Dall’1 gennaio scorso», spiegano le due consigliere, «Cav ha aumentato la tariffa autostradale della tratta Padova-Mestre. Si tratta di uno dei pochissimi gestori in Italia ad aver aumentato le tariffe autostradali, comportando un aggravio economico ingiustificato per i pendolari e per i residenti dei comuni della Riviera del Brenta e del Miranese, che utilizzano quotidianamente questa tratta per recarsi al lavoro, ed un rischio palese per il traffico che potrebbe scaricarsi sulle strade locali. Abbiamo scoperto che l’assessore regionale ai Trasporti ha anticipato l’intenzione della Regione di arretrare la barriera di Villabona in un non meglio precisato luogo nei pressi di Dolo». Del progetto non c’è traccia. «Per questo», aggiungono Marcato e Vivian, «chiediamo la convocazione urgente di un consiglio comunale straordinario congiunto con i Comuni di Dolo, Mirano e Pianiga, che insieme a Mira sono i più interessati sia agli aumenti dei pedaggi che alle ipotesi progettuali, invitando l’assessore regionale ai Trasporti Elisa De Berti e i vertici di Cav. Fin dagli accordi per la realizzazione del Passante, era prevista la realizzazione della barriera a Roncoduro». –A. Ab